A PASSO DI I.T.E.R.

Imaginative Training for Empowered Responsibility

IMAGINATIVE


L'immaginazione è una capacità tipica della nostra specie, radicata nella mente come nel corpo...

TRAINING


... seguendo metodi di apprendimento creativi può essere allenata e condotta verso livelli più avanzati...

EMPOWERED


... per crescere in talento, consapevolezza e capacità di orientamento etico nel mondo che evolve…

RESPONSIBILITY


... e rendere migliori noi stessi, le nostre capacità decisionali e la nostra relazione con la realtà.

L'IMMAGINAZIONE IN CAMMINO

Imparare a disimparare

Gli I.T.E.R. sono percorsi di formazione online composti da video, slide ed esercitazioni inerenti le competenze dell’immaginazione nelle varie declinazioni.

Le loro unità di misura didattica sono le Tabule a loro volta suddivise in Tab, che corrispondono ad argomenti specifici interconnessi e trattati da vari punti di vista. All’interno di ogni Tab sono presenti contributi volti al ribaltamento delle convenzioni e dei comportamenti automatici.

In particolare vengono sciolte alcune dicotomie artificiali tra cui quelle fra vero e falso, reale e virtuale, naturale e artificiale, analogico e digitale… Tale rottura di modelli precostituiti consente di far spazio a nuovi paradigmi di apprendimento.

Ogni percorso si svolge sia in moduli lineari o verticali che attraverso sequenze associative di tipo generativo e narrativo focalizzate su temi anziché “materie”. In sottofondo, la genesi e il legame evolutivo dell’Uomo con le Arti e gli Artefatti.

Persino una fine ha un inizio.
Editors, Even an end has a start

IL VOLO DELLA LIBELLULA

Iniziamo dalla fine

Il flusso di ogni I.T.E.R. segue il disegno antiorario di un’antica dimora filosofale, il Gioco dell’Oca ri-visitato sotto l’effige della Libellula, il mio animale totem nel rincorrersi perenne tra  Libellula e Drago. É nato così il percorso Dragonfly Ludus che fa da sfondo a ogni I.T.E.R.

La scelta, del resto, è venuta facile. Questa tipologia di gioco – che Fulcanelli ha chiamato “labirinto popolare dell’Arte sacra” – è infatti un vero e proprio sistema iniziatico che si dispiega in un flusso che si sposta a salti, anziché in modo lineare, e procede in senso antiorario.

Si tratta dunque di una forma fortemente simbolica, scalabile e replicabile, che si adatta perfettamente al concetto di apprendimento narrativo e generativo a cui ci siamo ispirati.

In più, proprio per le sue caratteristiche sia formali che strutturali, rappresenta un processo di conoscenza capace di generare itinerari avventurosi e creativi, oltre che multimediali e interdisciplinari… ma non mi sono fermata qui 🙂

L’immoto andare
Eugenio Montale

GIOCHI NEL GIOCO

Abilità o fortuna? Intuito o strategia?

Anche se l’itinerario del percorso in forma di gioco si avvicinava molto a quel che cercavo, non ero soddisfatta. La componente della fortuna, ad esempio, rappresentata dai dadi, non era quel che cercavo: gli I.T.E.R. dovevano poggiare piuttosto sullo spirito di avventura, sullo slancio verso l’orizzonte.

E allora – per complicarmi un po’ la vita – ho inventato un sistema ausiliario di interazione strategica che mette in relazione tra loro il caso, l’abilità e il METODO, e in questo tragitto verso l’immaginario ho deciso di farmi accompagnare lungo il cammino da una serie di tool e di script dai nomi bizzarri.

Si tratta di carte e mappe che consentono di agevolare il percorso in itinere oppure di strane metafore e alambicchi che mettono a soqquadro le nostre paludate, quanto inutili, certezze, per ri-definire il nostro punto di vista e le nostre competenze immaginative.

Cronotopoide
immaginifico

Metafora spazio-temporale con cui saremo in grado di simulare noi stessi nel mondo utilizzando informazioni, concetti e oggetti sia del nostro presente che del passato così da re-immaginare il mondo (e il futuro) attraverso un processo immaginifico.

Decifrari, Trick &
Frangisenso

Strumenti di conoscenza, archivio e istruzione che servono sia per fare tabula rasa di luoghi comuni che per monitorare e orientare le nostre azioni e immaginazioni. Ogni TAB apre l’accesso a nuove serie di mappe, glossari, script e istruzioni per l’uso.

Carte
dell'Impredizione

Carte di gioco disponibili a partire dalla metà circa  del percorso. Usate in chiave progettuale, aiutano nella produzione e nell'avvio del flusso. Se utilizzate in maniera strategica, consentono di raggiungere migliori risultati anche in fase esecutiva.

Allegoritmi
immaginanti

Script di azioni sia concrete che immaginarie per creare invenzioni e risolvere problemi. Come i loro fratelli maggiori, gli algoritmi, rappresentano processi metaforici che distillano informazioni per nuove forme di conoscenza, all'apparenza caotiche.

ALLA CASELLA DI PARTENZA

Viaggi nell'immaginazione a diverse profondità

A partire da questi pre-requisiti, tutti gli I.T.E.R. sono basati sulle medesime tassonomie e metodologie didattiche, ma sono distinti secondo differenti caratteristiche di profondità e obiettivi teorico-pratici. 

Si parte da un percorso teorico – di base o avanzato – per arrivare sino a veri e propri training personalizzati, sia individuali che di Team.

Il loro scopo, come anticipato, è far riemergere, rinnovare e addestrare le nostre capacità di percezione, orientamento e azione nella realtà, in modo che siano più adeguate per affrontare un contesto imprevedibile come l’attuale.

Un’ultima avvertenza: ogni I.T.E.R. parte con una serie di Tabule in forma di video accompagnate in sottofondo da forme e immagini evocative. Il senso di questa scelta è quello di creare un ambiente immersivo e suggestivo.

Mano a mano che l’I.T.E.R. procede i video sono sostituiti da lezioni testuali, così da creare un livello maggiore di  appropriazione delle esperienze vissute durante l’allenamento immaginativo.

SCEGLI IL TUO PERCORSO!

I.T.E.R.
SURFACE

Percorso di base
Focus teorico di I livello

I.T.E.R.
DEEP

Percorso avanzato
Teorico-pratico di I livello

I.T.E.R.
IMMERSIVE

Training individuale
Immersivo di I livello

I.T.E.R.
EXPLORER

Traininig incrementale
Laboratori di II livello