L'IMMAGINAZIONE COME LEVA

Innovatrice e comunicativa, etica e strategica

L’immaginazione, ad oggi, non è riconducibile né a una definizione univoca né a una tassonomia esaustiva, come accade per i concetti complessi quali ad esempio l’intelligenza. 

Non a caso, per sopperire a un eccessivo deficit di semplificazione, ne viene solitamente segmentato il senso secondo differenti punti di vista. Si parla cioè di immaginazione creativa, pratica, prospettica, emotiva… 

A differenza del comune sentire, tuttavia, l’immaginazione non è né circoscrivibile in un unico processo e nemmeno si tratta di una competenza così rara come si pensa comunemente.

È invece un’attitudine tipica dell’Uomo in ogni sua condizione, anche se agisce attraverso flussi sommersi, non lineari e difficili da far emergere.

Non è quindi semplice né riconoscerne le impronte né seguirne le tracce a ritroso, ma, se istruita e allenata adeguatamente, riemerge con tutta la sua forza innovatrice proprio quando occorre di più.

Ai più importanti bivi della vita non c’è segnaletica.
Ernest Hemingway

L'MMAGINAZIONE RITROVATA

Guardare in prospettiva...

Le capacità immaginative, potenzialmente innate, si dispiegano nella realtà in maniera diversa a seconda del contesto, dell’habitat e dell’area di riferimento.

Al processo immaginativo appartiene infatti il marker dell’adattamento umano. A causa di questa sua vocazione è un processo che non si chiude mai definitivamente, ma piuttosto evolve.

Il suo flusso, non a caso, si dispiega in un sistema dinamico e distribuito che attraversa più dimensioni raccolto in un processo ciclico che tende a rimodellarsi anche in itinere, in un gioco continuo di feed.

Per questo motivo sono molti gli ambiti personali, relazionali e professionali in cui risultano utili se non dirimenti. Da quelli di tipo personale a quelli di tipo relazionale, professionale e lavorativo.

C’è qualcosa di più importante della logica: è l’immaginazione.
Alfred Hitchcock

PERCHÉ ALLENARE L'MMAGINAZIONE?

Immaginare vuol dire evolvere

L’allenamento dell’immaginazione in età adulta punta ad ampliare e integrare le competenze esplorative e ideative solitamente ricondotte all’infanzia, ma indispensabili per orientarsi in una realtà complessa come l’attuale.

Il suo scopo, come anticipato, è far riemergere, rinnovare e addestrare le nostre capacità di percezione, orientamento e azione nella realtà, in modo che siano più adeguate per affrontare il contesto imprevedibile come l’attuale.

Di seguito alcuni esempi in cui l’immaginazione si impone come pratica di ri-definizione della realtà in settori in cui non ne percepiamo l’importanza, abituati come siamo a seguire l’idem sentire piuttosto che le nostre istanze più originali.

a chi e cosa servE
un'immaginazione vivida?

Sono davvero molti gli ambiti e le occasioni in un cui fare affidamento sulla scintilla immaginativa può essere utile se non dirimente. Ecco alcuni esempi di professioni e contesti in cui “saper immaginare” può fare la differenza:

SFERA
PERSONALE

Appassionati o incuriositi dal tema della immaginazione adattiva cui vogliono avvicinarsi per fini personali di crescita ed esplorativi di sé.

STUDENTI &
LAUREANDI

Studenti, laureandi o neolaureati che vogliono focalizzare meglio la visione dei propri obiettivi per orientare scelte e indirizzi per il futuro.

CURA, SALUTE
& BENESSERE

Operatori nei settori dell'accudimento che vogliono valorizzare la capacità empatica mantenendo al contempo il proprio benessere.

ARTISTI, CREATIVI
& RICERCATORI

Coloro che vivono di ispirazione e si cimentano con scenari inediti, per alimentarne la scintilla creativa e ampliare le fonti immaginative.

EDUCATORI &
FORMATORI

Coloro che hanno responsabilità educativa, formativa e di tutoraggio e vogliono ampliare la propria capacità di visione e l'orizzonte di conoscenze.

AREA
COMUNICAZIONE

Comunicatori pubblici e privati, Uffici Stampa, PR e SMM che desiderano ampliare il proprio ventaglio di punti di vista e stili di comunicazione.

LIBERA
PROFESSIONE

Professionisti e titolari di piccole attività che desiderano affinare la propria immaginazione adattiva in cerca di nuovi modelli di business.

MANAGER &
TEAM LEADER

Consulenti, manager e responsabili di BU e UR che vogliono interagire con più appeal immaginativo e creativo con i propri team e stakeholder.

IMPRESE &
ORGANIZZAZIONI

Imprese, Enti e Organizzazioni che vogliono affinare sia le soft skill che le competenze creative, empatiche e immaginative del personale.

SCEGLI IL TUO PERCORSO!

I.T.E.R.
SURFACE

Percorso di base
Focus teorico di I livello

I.T.E.R.
DEEP

Percorso avanzato
Teorico-pratico di I livello

I.T.E.R.
IMMERSIVE

Training individuale
Immersivo di I livello

I.T.E.R.
EXPLORER

Traininig incrementale
Laboratori di II livello